Norman Gobbi alla Regio Insubriaca!

Il Canton Ticino avrà più peso nella Regio insubrica. E non solo: a rappresentarlo sarà d’ora in avanti Norman Gobbi, consigliere nazionale ticinese che ha particolarmente a cuore le sorti dell’Insubria e che va a sostituire Marco Borradori.
Il quale è tornato sul tema dei ristorni annunciando che Governo e Parlamento del Canton Ticino hanno chiesto a Berna di bloccare i 54,9 milioni di franchi (45,7 milioni di euro) di fondi di ristorno dei frontalieri (in pagamento il prossimo 25 giugno) finchè non sarà applicata la mozione votata all’unanimità dai parlamentari italiani “per cancellare la Svizzera dalla lista nera dei paradisi fiscali”.
“Questi soldi dei lavoratori non vogliamo trattenerli – ha detto Borradori a margine dell’Incontro della Regio Insubrica – Chiediamo però che siano depositati su un conto vincolato fino a quando non avremo visto i fatti da parte dell’Italia“.
Da ricordare che per i Comuni e le Province lombarde e piemontesi dell’Insubria si tratta di risorse indispensabili.

L’assemblea generale della Regio si è tenuta a Villa Gaia, a Como, e nelle intenzioni ticinesi il momento è stato quello del rilancio della Regio Insubrica. E nonostante l’assenza dei presidenti dell Province lombarde e piemontesi, è passata la riforma degli statuti destinata adf aumentare il peso specifico del Ticino.
Nell’assemblea è stata ribadita la decisione che il segretario generale e la sede della Regia resteranno in Canton Ticino.

Marco Borradori, che sarà sostituito da Norman Gobbi nelle prossime settimane, ha dichiarato la ferma volontà del rilancio della Comunità di lavoro, tanto che ha parlato di “seconda Regio Insubrica“, proprio per sottolineare la svolta.
Restano però da appianare le divergenze tra Ticino, Piemonte e Lombardia a causa dei dissidi della Svizzera con l’Italia, concretizzatesi con la sospensione da parte di Bellinzona dei progetti transfrontalieri Interreg.
Le questioni frontalieri, ristorni e le accuse di Tremonti alla piazza finanziaria ticinese sono gli ostacoli da superare. Al più presto.
Da sottolineare che la segreteria, al momento ruolo ricoperto dal cancelliere del cantone Gianpiero Gianella, in estate sarà gestita da un altro ticinese. Proprio in virtù del nuovo statuto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...