L’Italia, una repubblica democratica fondata sulla corruzione

Il 14 giugno 2011 il GRECO, organismo del Consiglio d’Europa deputato alla prevenzione e al contrasto della corruzione, ha pubblicato un rapporto – ridiscusso a Strasburgo dal 29 giugno al 2 luglio – nel quale si conclude che l’Italia ignora o disattende piú della metà delle raccomandazioni ricevute per porre freno alla corruzione dilagante.

Il cosiddetto Bel Paese esce con le ossa rotte anche dal rapporto di Transparency International, network con sede a Berlino, al quale aderiscono oltre 90 associazioni nazionali. Ogni anno Transparency International stila un resoconto analitico sul cosiddetto Indice di Percezione della Corruzione (CPI), attribuendo a ciascuna nazione un voto che varia da 0 (massima corruzione) a 10 (assenza di corruzione), ottenuto mediante l’analisi incrociata dei dati forniti da esperti locali ed internazionali, università e centri di studio.

Secondo il rapporto 2010, con un punteggio di 3.9, l’Italia si situa al quarto posto nella classifica delle nazioni europee piú corrotte, preceduta solo dalla Romania (3.7), dalla Bulgaria (3.6) e dalla Grecia (3.5). Fanno meglio di lei nazioni africane come il Ruanda (4.0) e il Ghana (4.1). La Svizzera, con un punteggio di 8.7, si situa all’ottavo posto delle nazioni piú virtuose al mondo in una classifica capitanata a pari merito dalla Danimarca, dalla Nuova Zelanda e da Singapore (9.3).

La rilevazione del 2010 indica che l’immagine internazionale dell’Italia peggiora costantemente anno dopo anno. Nel 2007, con un indice di 5.2, occupava il 41° posto in classifica. L’anno successivo scese al 55° rango con un punteggio di 4.8, che calò ancora nel 2009 al 63° posto con un punteggio di 4.3. L’anno scorso l’Italia è scesa al 67° posto (3.9). Continuando di questo passo, potrà presto fregiarsi del titolo di nazione piú corrotta d’Europa.

Ma non c’era bisogno di studi, analisi e statistiche per saperlo: era sufficiente leggere i giornali italici, resistendo alla tentazione di vomitare ad ogni pagina.

Fonte: http://www.mattinonline.ch/

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “L’Italia, una repubblica democratica fondata sulla corruzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...