Se il buongiorno si vede dal mattino…Roma Capitale, via libera del Consiglio dei ministri

Roma Capitale, via libera del Consiglio dei ministri al secondo decreto. Alemanno: “Ce l’abbiamo fatta”

Il Consiglio dei ministri, riunito a Palazzo Chigi, ha dato il via libera in prima lettura al secondo decreto legislativo per la riforma di Roma Capitale. Soddisfazione dal primo cittadino Gianni Alemanno. “Ce l’abbiamo fatta – ha detto Alemanno – L’ultimo giorno utile è passato in prima lettura, in Consiglio dei ministri, il decreto legislativo per Roma capitale”Il decreto stabilisce i poteri del nuovo ente – Si tratta del secondo decreto che stabilisce i poteri che dovrà avere il nuovo ente e dunque in prospettiva il nuovo status della Capitale: il provvedimento era in scadenza proprio martedì 22 novembre e quindi la decisione del Consiglio dei ministri serve per non fare restare lettera morta il lavoro sin qui compiuto per dare effettivi poteri di governo a Roma Capitale.”E’ significativo – osserva il primo cittadino di Roma, Gianni Alemanno – che oggi, nell’ultimo giorno utile, il Consiglio dei ministri del nuovo governo tecnico metta le ali alla riforma di Roma Capitale. Dopo 30 anni di attesa, finalmente – prosegue – si stanno sbloccando tutti i passaggi legislativi necessari a dare una governance più adeguata alla nostra città, al pari delle altre capitali europee”.”Purtroppo lo abbiamo visto anche nelle dichiarazioni di oggi, la Lega Nord ha rappresentato l’ostruzione contraria al compimento di questa riforma”, ha aggiunto il sindaco di Roma rispondendo a chi gli chiedeva di spiegare il motivo che ha portato ad allungare così tanto i tempi di approvazione in prima lettura, del II/o decreto di Roma capitale. Questo “nonostante sia stato Calderoli il ministro – ha continuato Alemanno – che ha portato all’approvazione in Parlamento del decreto delega in cui c’era la norma su Roma capitale. Dal alcuni mesi, però, non riuscivamo a superare questi sbarramenti e oggi, finalmente, con un governo tecnico che non è influenzato dalla Lega riusciamo ad avere questa approvazione importante. E’ un segnale d’attenzione – ha concluso il sindaco – per il nostro sistema territoriale”.Di fronte piazza Colonna, sotto il porticato della Galleria Alberto Sordi, un gruppo di assessori comunali, presidenti di municipio e consiglieri comunali del Pdl ha atteso l’ok al provvedimento sventolando tricolori e bandiere con i colori di Roma Capitale.Per Zaia è “un pessimo giorno” – “Se il buongiorno si vede dal mattino questo è un pessimo giorno”. E’ la risposta data oggi dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ai giornalisti che gli chiedevano un’opinione sul decreto legislativo su Roma Capitale all’ordine del giorno del primo Consiglio dei ministri presieduto da Mario Monti, in programma oggi. “Mi sarei aspettato – ha proseguito – che vi fosse almeno un provvedimento per la disoccupazione giovanile, o rispetto all’occupazione in generale che è la grande emergenza”. “Penso – ha concluso Zaia – che quantomeno esteticamente si dovrebbe istituire la condizione della pariteticità, un decreto per il Nord e uno per il Sud”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...