Scuola lombarda abbandonata, Sicilia e Puglia fanno incetta di presidi

image

di ALESSANDRO SCOLARI

Un comunicato stampa della Disal, una associazione di Dirigenti Scuole autonome e libere datato 27 agosto 2013 e visionabile all’indirizzo web www.disal.it, è esplicito nello spiegare come a Roma gestiscono la scuola della Lombardia, la regione che ogni anno regala a Roma in tasse 60 miliardi di euro.Il titolo è “LA SCUOLA LOMBARDA ABBANDONATA”. Ne avevamo già parlato tempo fa, segnalando come in Lombardia su 2200 scuole (la stima è un nostro conteggio di istituzioni scolastiche rintracciato su un sito informativo) 1 ogni 4 nell’anno scolastico 2012-2013 fosse rimasta senza presidi. Il conteggio di scuole dove è prevista la figura di un dirigente scolastico, un vero e proprio manager che gestisce la scuola in ogni suo aspetto e ne è responsabile legalmente, fornitaci al sito della Disal, ci dice 1100. Di queste 500 per l’anno scolastico 2013-2014 che inizierà nella prima metà di settembre, non è prevista la figura di un dirigente titolare, cioè una persona sempre presente, bensì si dovrà ricorrere ad un reggente: 3 giorni in una scuola, 2 giorni in un altra. Il risparmio per Roma è di oltre 20 milioni di euro all’anno. Il concorso per Presidi svoltosi in Lombardia nel 2012 che ha avuto 355 vincitori, cioè persone pronte a fare i presidi nelle scuole, è bloccato. Corsi, ricorsi, decreti e ridecreti.Tutte cose della burocrazia di Roma che alla prova dei fatti si scaricano sulla pelle di chi ha a che fare con la scuola in Lombardia: insegnanti, studenti, famiglie, ma alla fine tutti i 10 milioni di lombardi che ogni anno sono spremuti come limoni in tasse. Come recita il comunicato sopra citato e firmato da Roberto Pellegatta, presidente della Disal, ma anche preside in una scuola di Lissone, in Brianza, provincia di Monza “500 reggenze vuol dire avere presidi che saranno commessi viaggiatori”, cioè faranno male il loro lavoro. Di più. “C’è il pericolo che ci sia l’obiezione di coscienza, cioè rifiutino di farlo”. Alcune scuole potrebbero rimanere abbandonate a se stesse. Per dare un’idea più concreta al nostro lettore, senza preside in una scuola chi decide cosa fare quando se ne presenti la necessità? Per esempio verificare che gli studenti si comportino bene, che tutto il personale rispetti orari e regole, ecc.Ma quella che è una vera e propria beffa per la Lombardia, è che dal 1° settembre 2013 da Roma assumeranno e pagheranno 557 nuovi presidi in giro per l’Italia, più 115 che dovevano andare in pensione saranno mantenuti in servizio. Metà di questi, 49, in Lombardia.Ma il lettore si “goda” la ripartizione regione per regione dei 557: 181 Sicilia, 89 in Puglia, Abruzzo 36, Basilicata 16, Campania 36, Calabria 36, per un totale di 390 nell’Italia meridionale.Continuiamo la ripartizione con il centro della penisola. Lazio 64, Toscana 6, Umbria 7, Sardegna 22, Marche 14, totale 113 presidi. Arriviamo a casa nostra, in “Padania”, cioè nelle regioni a nord della penisola. Lombardia 0, Emilia Romagna 0, Piemonte 0, Liguria 3, Friuli 11, Veneto 40, totale 54. Inutile proporre ulteriori commenti.Da settembre 2013 da Roma hanno deciso anche di assumere 11.268 nuovi insegnanti così ripartiti tra i vari ordini di scuola: alla materna 1274 insegnanti, 2161 per le elementari, 2.919 alle medie, 3.136 per le superiori, 1648 insegnanti di sostegno su tutti i gradi di scuola appena citati, 68 educatori. Non siamo riusciti a rintracciare la tabella regione per regione.Ci si aspettava anche l’assunzione di 3.730 personale ATA (bidelli e impiegati delle scuole), ma la cosa non si farà perché al momento attuale ci sono altrettanti insegnanti assunti a tempo indeterminato che non possono insegnare(termine tecnico sono insegnanti inidonei).e a Roma premono per cambiargli lavoro, farli diventare bidelli o impiegati. Tanto sono persone sicure di avere lo stipendio fino alla pensione, licenziarli non si può.  Riusciranno a Roma a convincere questi insegnanti a rinunciare ai “loro diritti acquisiti”? Mentre scrivo mi è tornato in mente il film Mission Impossible. Un capolavoro, consiglio a tutti di vederlo o rivederlo.

Fonte :
http://www.lindipendenza.com/scuola-lombarda-abbandonata-al-sud-incetta-di-presidi/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=scuola-lombarda-abbandonata-al-sud-incetta-di-presidi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...